Istituto Nazionale di Fisica Nucleare   Sezione di Ferrara

TASP



La rete di ricerca "Theoretical Astroparticle Physics" (TAsP) e' stata proposta da una comunita' scientifica ben consolidata formata da 12 nodi INFN, che condividono una significativa tradizione di interessi scientifici, programmi di ricerca e attivita' comuni nel campo della fisica astroparticellare.
L'obiettivo di TAsP e' quello di intraprendere un programma di ricerca vasto e diversificato al confine tra fisica delle particelle, astrofisica e cosmologia, dove livelli piu' profondi di comprensione teorica sono chiaramente richiesti da svariati fenomeni, tra cui le masse e gli angoli di mescolamento dei neutrini, i misteri della materia e dell'energia oscura, l'asimmetria barionica osservata nell'universo, l'origine e gli spettri dei raggi cosmici e dei raggi gamma di alta energia. In questo campo in rapida evoluzione c'e' un bisogno ampiamente riconosciuto di un pił' profondo scambio di conoscenze e di idee, di una miglior gestione delle attivita' di ricerca, e di una piu' efficace partecipazione di giovani ricercatori e studenti, che punti ai piu' alti livelli di educazione e formazione.
Le principali attivita' di ricerca pianificate possono essere approssimativamente strutturate in cinque sotto-aree (con significative interconnessioni): (1) fisica dei neutrini; (2) materia oscura; (3) sorgenti astrofisiche di radiazione; (4) cosmologia; (5) connessione con la fisica delle particelle.
Il programma di ricerca sara' affiancato da una rete di iniziative comuni, come: visite reciproche; co-tutoraggio di studenti; organizzazione di eventi scientifici in comune (gruppi di lavoro, scuole, seminari); divulgazione.
In particolare, le attivita' di ricerca del nodo di Ferrara sono:
  • campo di Higgs: studio dettagliato della stabilita' del vuoto elettrodebole nel contesto del Modello Standard (MS) e sue applicazioni all'inflazione cosmica, in vista dei recenti limiti sul rapporto tensori-scalari delle perturbazioni cosmologiche.
  • Neutrini: studi estensivi dei flussi stimati di geoneutrini e relative osservazioni nei rivelatori presenti e futuri (inclusa la collaborazione con il progetto JUNO), con implicazioni sui modelli globali della Terra e sui modelli locali della crosta; investigazione dei modelli teorici sull'origine delle masse e degli angoli di mescolamento dei neutrini.


sito web: https://web.infn.it/CSN4/IS/Linea5/TAsP/TAsP.html